Mani in creta: diamo forma all’inclusione

La cooperativa ha avviato nel 2024 il progetto “Mani in creta: diamo forma all’inclusione”, un progetto realizzato con il contributo di Fondazione CR Firenze volto a diffondere il principio di inclusione e creare situazioni di integrazione nelle scuole del territorio.
Il progetto consiste nell’organizzare laboratori sulla lavorazione della ceramica nelle classi della scuola primaria e secondaria di primo grado, in cui le lezioni sia teoriche sia pratiche vengono condotte dagli ospiti della cooperativa sociale.
Negli ultimi anni infatti la lavorazione della creta è diventata una delle attività riabilitative e occupazionali principali della cooperativa, a cui gli utenti del laboratorio si dedicano con costanza e impegno con risultati importanti e gratificanti anche dal punto di vista estetico dei manufatti.
Durante il laboratorio di ceramica nelle classi che aderiranno all’iniziativa, saranno proprio gli utenti della cooperativa a condurre le lezioni e a mettere così a disposizione degli alunni le loro conoscenze e competenze imparate in questi anni.
Siamo convinti che un’esperienza attiva con persone con disagio intellettivo sia sempre molto arricchente e di grande valore formativo e che attraverso il confronto e la conoscenza si possa abbattere i muri della discriminazione e del pregiudizio.

Ortoterapisti vogliam formar per poter lavorar

Siamo felici di inaugurare un progetto che va ad arricchire la nostra proposta terapeutica legata al mondo naturale e rurale. Quest’ambito è sempre stato uno dei privilegiati dalla cooperativa per lo sviluppo delle attività riabilitative, in quanto si è riscontrata da sempre una forte efficacia terapeutica nelle attività di coltivazione e cura degli animali.
Questo progetto chiamato “Ortoterapisti vogliam formar per poter lavorar” è stato realizzato con il contributo di Fondazione CR Firenze e permette da una parte una maggior specializzazione e formazione nelle tecniche di orticoltura terapeutica, che verrà messa in atto nelle serre e negli orti già a disposizione della cooperativa, e dall’altra la creazione di un giardino terapeutico pensato soprattutto per le persone affette da autismo e creato sotto la guida di Andrea Mati, noto per aver sviluppato una progettualità specifica volta a integrare i trattamenti sanitari con i benefici della natura e delle piante per le persone.

Con questo progetto infatti la cooperativa intende ampliare la proposta di percorsi riabilitativi, rimanendo aggiornata ai principali approcci terapeutici e ai più recenti studi e ricerche, con l’obiettivo di migliorare le abilità e il benessere delle persone che usufruiscono dei nostri percorsi terapeutici.

Mi muovo fra le foglie i fiori e il ciel

Con il progetto chiamato “Mi muovo fra le foglie, i fiori e il ciel” realizzato grazie al contributo di Fondazione CR Firenze nell’ambito del bando ordinario del settore Volontariato, Beneficienza e Filantropia, abbiamo creato un sentiero di collegamento tra le residenze e il centro diurno “Castello” di CTE Srl con le aree adibite alle attività di ortoterapia, come le serre e l’orto. In questo modo si facilita l’accesso degli ospiti, anche con difficoltà ambulatorie e in carrozzina, alle attività riabilitative occupazionali svolte nelle serre.

Il sentiero è allestito con spazi di sosta e abbellito con aiuole, arbusti e alberi ad alto fusto. Quando la vegetazione sarà cresciuta, si creeranno delle zone all’ombra in cui frescheggiare durante i mesi estivi. Lungo il sentiero è stato realizzato un sistema di irrigazione per gli alberi e gli arbusti piantati. Questo percorso quindi non è solo un collegamento con le serre ma anche un luogo in cui gli ospiti delle strutture sanitarie e sociosanitarie possono socializzare e sostare.

Ringraziamo la Fondazione CR Firenze per aver permesso la realizzazione di questo progetto che vede la collaborazione tra la cooperativa sociale Centro Terapeutico Europeo e il Centro Terapie Educative.

Il nostro interesse è migliorare la qualità della vita degli ospiti e di chi usufruisce delle attività riabilitative della cooperativa e pensiamo che questo nuovo progetto possa contribuire a farlo.  

Laboratorio di ceramica e altri laboratori creativi

Grazie a un progetto sostenuto dalla Fondazione CR Firenze la cooperativa si è dotata di un laboratorio completo per la realizzazione di manufatti in ceramica. Possediamo torni per la modellazione della creta, un forno per la cottura e tutto il necessario per la decorazione, in modo che gli utenti del laboratorio, affiancati dal personale appositamente formato, possono svolgere tutte le fasi realizzative: dall’ideazione alla modellazione, dalla cottura alla decorazione del manufatto.

Importanti sono anche i laboratori di mosaico e di pittura, che stimolano le capacità espressive e manuali, oltre a quelli di bigiotteria e di lavorazione del vimine per la realizzazione di borse.

Le attività artigianali sviluppano precisione e concentrazione, stimolano capacità espressive e creatività, in quanto ognuno è coinvolto e spinto a partecipare alla fase di ideazione e progettazione del manufatto, e sono gratificanti in quanto permettono la visione del prodotto finito.

La cooperativa è promotrice di una manifestazione, chiamata “Artisticamente”, che si svolge annualmente e che coinvolge moltissimi centri diurni e residenziali del territorio regionale, e che ha il pregio di valorizzare le attività svolte nei laboratori dei centri partecipanti.

La farm e il laboratorio Bricchi e Alambicchi

Il progetto Farm permette la realizzazione di diverse attività educative e riabilitative come la coltivazione di ortaggi, la cura delle piante ornamentali, l’accudimento degli animali.
L’agricoltura offre un ampio ventaglio di attività semplici, concrete e tangibili, senza artefatti né astrazioni, delle quali la persona con disagio e disabilità intellettiva può facilmente capire il significato, le dinamiche ed il processo realizzativo. A disposizione delle attività c’è un ampio orto adibito alle colture stagionali, serre per la coltivazione di piante ornamentali e la semina degli ortaggi. Inoltre abbiamo un ampio oliveto nel quale i nostri ospiti si occupano, insieme agli operatori, dei lavori di potatura, raccolta delle olive e cura della pianta.
Attraverso la cura degli animali la persona con disabilità intellettiva capisce cosa significhi assumere responsabilità e prova la soddisfazione del lavoro del quale comprende l’utilità. Tutto ciò ha ricadute positive in termini di autostima. Grazie alla collaborazione e alla vicinanza con la fattoria Antico Colle di Torri Srl e la Polisportiva Blu, gli ospiti della cooperativa possono dedicarsi alla cura di animali, come cavalli, asini, capre, mucche, pecore, maiali, animali da cortile e pappagalli. Inoltre alcuni dei nostri ospiti, insieme agli educatori, assistono e guidano i gruppi scolastici che vengono in visita alla fattoria Antico Colle, creando un’esperienza di reciproco arricchimento.

Nel 2017 grazie ad un progetto di crowdfunding promosso da Fondazione CR Firenze, è nato Bricchi&Alambicchi, un laboratorio di trasformazione di piante officinali e prodotti agricoli. Per i ragazzi della cooperativa questo laboratorio è un luogo di sperimentazione, in cui poter conoscere i molti usi dei prodotti naturali e delle trasformazioni delle materie prime, acquisendo capacità pratiche.

Nel laboratorio vengono trasformate le piante officinali e i prodotti agricoli che vengono coltivati nella farm della cooperativa. Le attività sono diversificate a seconda della situazione psico-fisica degli utenti e tra i prodotti realizzati ci sono i potpourri e saponette per profumare cassetti e spazi chiusi, oli essenziali e acque aromatiche. Nel corso degli anni sono stati svolti alcuni progetti particolari come la realizzazione di inchiostri naturali fatti con radici, fiori e foglie e stampe naturali su tessuto.

Attività sportiva e integrazione

La cooperativa sociale articola l’organizzazione settimanale in molte attività diverse, da svolgere sia internamente sia esternamente in enti e strutture sociali del territorio, stimolando così quanto più possibile la creazione di situazioni di integrazione e condivisione.

Grazie alla collaborazione con la Polisportiva Blu i nostri ospiti possono svolgere interventi assistiti a cavallo, lezioni di pet therapy e agility dog, corsi di acquaticità nella piscina all’aperto e giochi di squadra.

Inoltre vengono frequentati palestre e piscine comunali, escursioni nel territorio, partecipazione a manifestazioni ed eventi sociali, esperienze e gite particolari, come l’uscita in barca a vela. Sono numerose anche quelle attività che riguardano lo sviluppo del benessere psico-fisico e della autonomia personale e sociale, come la cura del sé e degli ambienti di vita, la frequentazione di manifestazioni sociali e di luoghi di cultura, come biblioteche, teatro e musei, le uscite nel territorio.